STRESS OSSIDATIVO


Esiste convincente evidenza del ruolo decisivo esercitato dallo stress ossidativo nel determinare condizioni di rischio a livello cardiovascolare, di innesco e implemento di patologie degenerative, di interferenze nella funzionalità riproduttiva, segnatamente la infertilità maschile e femminile.

Il sovrappeso come l’obesità, associato a una condizione di assenza o riduzione di attività motoria, appare spesso associato ad aumento dello stress ossidativo.
Lo stesso stress è rilevabile anche in condizioni patologiche severe come il diabete mellito tipo II o persino, durante un’attività fisica eccessiva o esasperata.
Molto interessante la valutazione che l’iperinsulinemia da insulino-resistenza rappresenta un fattore casuale rilevante di stress ossidativo, attraverso una serie di alterazioni quali la diminuzione di Vitamina F o un aumento dei radicali liberi.

Il dato di gran lunga più interessante è, comunque, quello dell’iper-insulinemia, conseguente ad un’insulino-resistenza, geneticamente determinata a livello post-recettoriale.
Il risultante aumento dell’insulina e quello dell’IGF1 che normalmente vi si accompagna, sembrano responsabili, con complessi meccanismi, dell’alterata steroidogenesi e delle concomitanti modifiche a livello cardiovascolare.
Vengono analizzate moderne e aggiornate metodiche diagnostiche e proposto un protocollo terapeutico integrato dietetico-motorio-farmacologico.