Salamida: San Paolo-Ruesch accordo vincente, il paziente è coccolato

Home / BLOG / Salamida: San Paolo-Ruesch accordo vincente, il paziente è coccolato

Salamida: San Paolo-Ruesch accordo vincente, il paziente è coccolato

Componente del Coordinamento Operativo di Ruesch, Valerio Salamida è responsabile, con delega dell’amministratore delegato della clinica napoletana Antonio Merlino, del blocco operatorio di San Paolo Medical Center, Centro Medico-Chirurgico Polispecialistico.

Grazie alla recente partnership con la Ruesch, San Paolo ha ampliato la propria attività ed i propri servizi, usufruendo del contributo di specialisti. “Il personale è formato al meglio per gestire qualsiasi situazione di emergenza. La mia presenza non è indispensabile, io organizzo al meglio risorse umane e materiali, ma è il personale a fare la differenza. Da noi il paziente è seguito passo passo, si sente coccolato, sicuro”, precisa il manager sanitario. Il personale, che affianca i medici ed i professionisti che di volta in volta si appoggiano alla struttura, è composto da due infermieri, entrambi responsabili di sala operatoria, e due operatori socio-sanitari che curano gli aspetti igienico-sanitari e l’assistenza del paziente in degenza”. La struttura, dove si effettuano circa 200 interventi all’anno, è specializzata soprattutto in oculistica. I pazienti arrivano in maggioranza da Napoli e dal resto della Campania, ma sono in crescita anche le richieste da oltre i confini regionali. “Abbiamo notevolmente ampliato la nostra azione anche su altri interventi ambulatoriali”, precisa Salamida. La sicurezza è la parola d’ordine. “Siamo dotati di defibrillatori e di barelle per il trasporto in emergenza anche su rampa di scale. In sala, durante qualsiasi tipo di intervento, è sempre presente un anestetista, così come siamo dotati di tutte le attrezzature per gestire ogni situazione di emergenza”. Nella struttura di Fuorigrotta, dotata di una sala di sterilizzazione autonoma, c’è massima attenzione anche alla gestione dei percorsi relativi alla biancheria e ai ferri chirurgici. “Tutto il percorso chirurgico, clinico, assistenziale e infermieristico dei pazienti è tracciato in un’unica cartella: questo – conclude il manager sanitario – ci consente di ottimizzare il lavoro a vantaggio dei medici e, di conseguenza, soprattutto dei clienti che, grazie ad specifica check-list operatoria, sono seguiti in tutti i passaggi, dal momento del loro ingresso fino alla fase di degenza post-operatoria e le dimissioni”.

Leave a Reply

Your email address will not be published.