RITARDO COGNITIVO GENERALE O INTELLETTIVO


Può essere considerato come la via finale di diversi processi patologici, che agiscono sul sistema nervoso centrale ed è caratterizzato da un funzionamento intellettivo significativamente sotto la media, da concomitanti deficit o compromissioni del funzionamento adattivo.

Molteplici sono le cause del ritardo mentale che si dividono in cause prenatali, neonatali e post natali. Per la valutazione e la classificazione del ritardo mentale si ricorre ai test di intelligenza che vanno a valutare il QI (quoziente intellettivo).

Con riferimento alle prestazioni nei test di intelligenza si distinguono 4 livelli di ritardo mentale:

lieve (QI compreso tra 55 e 70)
medio (QI compreso tra 40 e 54)
grave (QI compreso tra 25 e 39)
profondo (QI < di 25)

Il ritardo mentale può accompagnarsi a ritardo motorio.

Il decorso del ritardo mentale è legato alla evoluzione della condizione medica sottostante e ai fattori ambientali. Il programma riabilitativo sarà volto a potenziare le abilità motorie, le abilità linguistiche, la capacità cognitiva ed a sostenere l’intero nucleo familiare.