MOLESTIE E ABUSO SESSUALE NEL BAMBINO E/O NELL’ADOLESCENTE


Per molestie sessuali si intendono quelle pratiche sessuali che coinvolgono adulti e minori e che si realizzano sia in ambito familiare che extrafamiliare.

L’adulto, avvalendosi delle proprie esperienze e/o della propria autorevolezza nei confronti di un minore, lo coinvolge, ai fini di un proprio soddisfacimento sessuale, in pratiche sessuali facendo leva sullo squilibrio tra adulto e bambino ed a volte sul legame affettivo ed emotivo che esiste tra quell’adulto e quel bambino.

Le molestie sessuali, che raggiungono a volte il rapporto sessuale vero e proprio, sono rese possibili dal rapporto di fiducia esistente tra il minore e l’adulto, tant’è che il più delle volte si realizzano senza violenza alcuna.
Il mantenimento del segreto, che viene richiesto dall’adulto, si raggiunge tramite pressioni, intimidazioni, ricatti, tentativi di corruzione nei confronti dell’abusato.

I bambini abusati vanno incontro ad una vasta serie di problemi: problemi sessuali, problemi sociali, disturbi fisici e disturbi alimentari. Gli abusi familiari e quelli associati alla violenza ed all’uso della forza comportano i maggiori esiti negativi.
Tra questi occorre sempre tener presente:
- il disturbo post-traumatico da stress;
- il disturbo borderline;
- il disturbo d’ansia.

Reazioni tipiche dell’abuso sono anche:
- difficoltà scolastiche;
- difficoltà nelle relazioni con i coetanei;
- condotte aggressive nei confronti degli adulti di riferimento e dei coetanei.

È difficile stabilire quale può essere l’impatto traumatico in seguito ad un abuso sessuale; ciò a causa della molteplicità dei fattori che entrano in gioco e che possono essere ascrivibili alle seguenti categorie:

- individuali: va considerata l’età del minore insieme al suo stadio di sviluppo ed alla capacità di comprensione dell’atto abusivo;
- familiari: qualora i rapporti familiari non risultino totalmente compromessi ed il minore possa contare su un’altra figura familiare affidabile, egli potrà riuscire più facilmente ad elaborare il trauma subito. L’elaborazione sarà tanto meno difficoltosa quanto più sarà possibile rivelare l’abuso ad un adulto fidato anziché tenerlo segreto per anni;
- ambientali: il rischio di stigmatizzazione diminuisce in presenza di uno psicoterapeuta esperto che offra sostegno;
- tipo di abuso: quanto più stretta è la relazione fra abusante ed abusato e quanto maggiori sono la durata e la frequenza dell’abuso tanto maggiori saranno le conseguenze nell’abusato.

Il minore va sostenuto e con esso anche la sua famiglia (immediatamente dopo che le autorità giudiziarie abbiano allontanato l’abusante).

La consulenza terapeutica in questi casi è fondamentale e deve essere condotta tempestivamente.

La dott.ssa Latte è divenuta esperta in tema di abusi sessuali per aver preso parte a corsi e seminari di formazione, nonché per aver registrato un’ampia casistica di bambini abusati sia nell’ambito delle attività svolte presso la Corte di Appello per i Minori di Napoli (perizie eseguite su incarico dei Giudici Minorili del TPM di Napoli, attività svolta in qualità di consigliere Onorario presso la Corte di Appello per i Minori di Napoli).