BLEFAROPLASTICA


La blefaroplastica è un intervento chirurgico che si prefigge l’obiettivo di migliorare l’aspetto estetico degli occhi ed in particolare dello sguardo.


L’aspetto degli occhi rappresenta una caratteristica di importanza fondamentale, è quello che da luce e rilevanza del nostro viso.

Purtroppo la regione perioculare è la prima a patire i segni del tempo.
Questi si rendono visibili mediante un incremento della quantità di pelle in corrispondenza delle palpebre superiori che spesso nelle donne rendono meno agevole il trucco, e la tipica formazione di fastidiose borse sotto gli occhi che conferiscono al volto uno sguardo perennemente stanco e triste.

Tipica è inoltre la comparsa di rughe in regione frontale e una lieve discesa delle arcate sopraccigliari.
L’intervento di blefaroplastica, è in grado di restituire il giusto valore ai nostri occhi ed i naturali lineamenti al nostro volto donando nuovamente un aspetto giovanile.

Intervento
L’intervento di blefaroplastica superiore consiste nella rimozione dell’eccesso di cute a livello delle palpebre superiori. Spesso si affianca anche una riduzione delle borse adipose nasali, le quali sono le responsabili dell’antiestetico e fastidioso gonfiore presente sulla palpebra superiore in corrispondenza dell’angolo tra la palpebra e il naso.

La suddetta riduzione consente di rendere l’occhio più libero e conferisce uno sguardo più vivace restituendo al volto un aspetto più giovanile.

Alla blefaroplastica superiore è ormai consuetudine associare l’intervento chirurgico di riposizionamento o lifting del sopracciglio che può essere eseguito per via diretta, con una piccola incisione appena sopra le sopracciglia, o indiretta, attraverso la stessa incisione cutanea utilizzata per la blefaroplastica. 

L’intervento di blefaroplastica superiore ha una durata di circa 45 minuti. La combinazione di queste procedure chirurgiche consente di ripristinare un buon tono, vivacità e freschezza di tutta la regione oculare ed al volto in toto.

L’intervento chirurgico di blefaroplastica inferiore, ha lo scopo di ridurre le borse sottopalpebrali. Queste sono il risultato di un fisiologico invecchiamento ed indebolimento del setto orbitario, che comporta uno scivolamento anteriore di questi accumuli di grasso normalmente presenti in ognuno di noi, ma non evidenti in giovane età.

L’intervento chirurgico può essere eseguito attraverso un accesso transcutaneo o più preferibilmente attraverso un accesso transcongiuntivale, evitando di lasciare, seppur invisibili, cicatrici cutanee. L’intervento è indolore, la sua durata è di circa 90 min. e la forma ed il taglio degli occhi non vengono modificati.

Ad oggi esistono molte varianti tecniche della blefaroplastica inferiore, alcune delle quali prevedono il riposizionamento del grasso eccedente, piuttosto che la sua asportazione.  Sarà il chirurgo a scegliere quale tecnica utilizzare in base alle caratteristiche del volto del paziente.

Anestesia
L’intervento di blefaroplastica sia superiore che inferiore viene svolto in anestesia locale ed eventualmente associata da una blanda sedazione.

Cicatrici
Le cicatrici diventano scarsamente visibili già dopo i primi 7 gg dall’intervento per poi divenire praticamente invisibili dopo circa trenta giorni e saranno localizzate nel solco palpebrale per la blefaroplastica superiore o, se praticata una blefaroplastica inferiore transcutanea, lungo il bordo ciliare della palpebra inferiore.

Post operatorio
Durante il post operatorio sarà necessario proteggere gli occhi dalla luce solare. I punti verranno rimossi dopo 5-6 giorni.
L’edema, i lividi e le ecchimosi scompaiono in un tempo variabile dai 5 ai 10 giorni tuttavia ciò varierà da paziente a paziente a seconda della maggiore o minore sensibilità della cute ai traumi.
È possibile riprendere la normale vita sociale dopo solo 3 giorni.
Per l’attività fisica è consigliabile un periodo di riposo di almeno 3 settimane.

Complicanze
Le complicanze si possono teoricamente verificare in tutti i tipi di chirurgia; anche se raramente, possono verificarsi piccoli ematomi che vengono semplicemente evacuati dal chirurgo.
L'infezione è un evento eccezionale che viene affrontato e risolto con opportuna terapia antibiotica.